My Girlfriend Cheated on Me With a Senior, so I Cheated on Her With His Girlfriend.



Traduzione: Reezil | Check: Davide


La mia ragazza ha una relazione con il Senpai (parte 1)

Quando io, Yuu Isshiki, lo vidi di persona, le mie mani iniziarono a tremare.


...impossibile …non è possibile, vero...?


Tuttavia, la notifica che è apparsa sullo schermo del telefono mi ha crudelmente messo a conoscenza di tutto – la loro relazione.

> (Kamokura Senpai) Karen, sei già a casa?

> (Karen) Si, sono appena arrivata.

> (Kamokura Senpai) Anche io sono appena rientrato. Ma Karen, già mi manchi.

> (Karen) Anche tu! Posso ancora sentire il tuo tocco tenace Senpai!

> (Kamokura Senpai) [Sticker] Bene!

> (Karen) [Sticker] È stato fantastico!

> (Kamokura Senpai) Davvero, Karen, era così bello. Perchè non diventi mia?

> (Karen) Eh~ non hai già una ragazza? Sakurajima senpai, giusto?

> (Kamokura Senpai) Ma, sai, penso che i nostri corpi siano davvero compatibili. Non lo pensi anche tu?

> (Karen) Lo penso anch’io!

> (Kamokura Senpai) Vero? Ecco perché voglio continuare a fare sesso con te.

> (Karen) Lo facciamo già una volta a settimana.

> (Kamokura Senpai) Voglio farlo ogni giorno!

> (Karen) LOL.

> (Kamokura-Senpai) Comunque, Karen, non dicevi che era meglio di quando lo facevi con Isshiki?



Non ho voluto leggere oltre. Non ci riuscivo.


Non scorrerò.


Dopo aver fatto velocemente delle foto ai messaggi, ho notato diverse conversazioni simili..


Le date – decisamente tutti i giorni in cui non la vedevo.


Apparentemente, Karen stava “Uscendo con degli amici”, “Andando a cena fuori con i suoi genitori”, “Finendo un rapporto per domani” e così via.


Karen Mitsumoto – la mia ragazza – in quei giorni, incontrava Tetsuya Kamokura, uno studente universitario nel mio corso.


… andavano nei motel e altri posti simili.


Secondo “Consigli sulle Relazioni Online per Ragazze”, è il ragazzo, non la ragazza, ad avere la colpa.


– È colpa del ragazzo per non aver avuto fiducia in lei –

– Il ragazzo non si prende abbastanza cura di lei, quindi lei lo tradisce; in altre parole, merita di essere cornuto –

– Non è consentito guardare il telefono di qualcun altro senza permesso; sono i peggiori! –


Ho rimesso il telefono di Karen nella giacca in cui era.


Karen aveva cambiato di recente la password del suo telefono.


Lo sblocco tramite impronta digitale non sembrava funzionare bene, quindi è passata ad un codice PIN.


Conosco il PIN.


Era la data di nascita del suo ex.


L'ho scoperto per puro caso.


Quando il telefono di Karen ha vibrato, l'ho tirato fuori, vedendo "Yoko Senpai" visualizzato nella notifica.


"Yoko Senpai" è il mio senpai dove lavoro part-time.


Non conosci Karen, vero?


E quando ho aperto i messaggi, la chat davanti a me era uguale a quella che avevo letto prima.


Eravamo in un motel.


In questo momento, Karen si stava facendo una doccia.


Indossai i vestiti che mi ero tolto e lasciai l'albergo in cui eravamo.


Mentre me ne andavo, le ho scritto–


[Ho delle cose da fare. Me ne sto andando]


Invece di dirigermi direttamente alla stazione vicino al motel, ho vagato senza meta per un po'.


Non sapevo se sarei riuscito a controllare le mie emozioni dopo aver visto quelle conversazioni e la faccia di Karen appena uscita dalla doccia. Non sapevo cosa avrei fatto.


Le avrei fatto delle domande? Avrei pianto? Avrei violato Karen?


Questo era il motivo per cui ho lasciato l'hotel da solo.


Lo shock stava pungendo il retro della mia coscienza.


Stava succedendo qualcosa nella mia testa.


Ero stordito, come se fossi in un sogno.


…Si... spero che questo sia solo un brutto sogno...


Ma nel profondo della mia mente, sapevo che non era così.


Era la realtà.


Io – Yuu Isshiki – sono una matricola presso il Dipartimento di Ingegneria dell'Informazione, Facoltà di Scienze e Tecnologie dell'Università di Johto.


La mia ragazza – Karen Mitsumoto – è una matricola presso il Dipartimento di Letteratura Inglese e Americana, Facoltà di Lettere presso l'Università di Johto.


Sono stato tradito.


Dall’altra parte era il mio senpai alle superiori, all’università e nei club – Tetsuya Kamokura.


Era una sensazione indescrivibile, come se il mio cuore stesse per essere strappato in due, solo per scoprire che era completamente vuoto.


Prima che me ne rendessi conto, ero arrivato sulla riva del fiume Edogawa.


La fredda brezza notturna danzava dolcemente sulla superficie del fiume e soffiava sul mio viso a intermittenza.


Ma era perfetto per la mia testa che andava in fiamme.


Mi sedetti e fissai distrattamente un punto arbitrario in lontananza.


...Kamokura, bastardo. Che diavolo hai fatto a Karen? Hai già una ragazza così bella...


La ragazza di Tetsuya Kamokura – Touko Sakurajima – è al secondo anno del Dipartimento di Ingegneria dell'Informazione, Facoltà di Scienze e Tecnologia dell'Università di Johto, proprio come noi due.


Tetsuya Kamokura, Touko Sakurajima e io, Yuu Isshiki, veniamo tutti dalla stessa scuola superiore, frequentiamo la stessa università e siamo anche nello stesso dipartimento.


Fin dai tempi del liceo, Touko senpai è famosa per la sua bellezza.


Era il capo del club di letteratura e membro del comitato della biblioteca. Naturalmente trascorreva molto tempo in biblioteca, tanto da essere soprannominata la “Dea della Biblioteca”.


Dopo essere entrata all'università, è stata nominata per il concorso "Miss Johto University", anche se ha rifiutato l'offerta.


Si diceva che avrebbe, senza dubbio, vinto se avesse partecipato.


Touko senpai non è solo bella, ma è anche elegante in modo femminile. Era anche estremamente talentuosa.


È intelligente, non è testarda ed è fortemente autodeterminata.


Proprio come tutti gli altri, io la ammiravo.


Nel secondo anno di università, Touko iniziò a frequentare Tetsuya Kamokura, che era un anno più grande.


…Touko senpai sa che Kamokura ha una relazione con Karen…?


Ho sentito un'improvvisa ondata di frustrazione e rabbia che mi gonfiava il petto.


“Non posso lasciare che questo continui”.


Pensieri del genere dominavano la mia mente.


Ho tirato fuori il mio telefono, ho selezionato "Touko Sakurajima" dall'elenco dei contatti e l'ho chiamata.


Dopo circa tre squilli, ha risposto.


“Pronto?”


In quel momento, tra rabbia, tristezza e disperazione dissi:


“Touko senpai. Per favore, abbi una relazione con me!”


“Questo... è quello che le hai detto? Tu... a quella ‘Miss Johto University’?”


Ishida Youta mi fissò con occhi increduli.


"Sì, mi sentivo come se nulla avesse più importanza in quel momento."


Senza dubbio, lo avevo detto in modo irresponsabile.


Ishida Youta, conosco questo ragazzo dalle scuole medie.


Anche se allora le nostre scuole erano diverse, andavamo nella stessa scuola di

preparazione, dove iniziammo ad andare d'accordo, e al liceo siamo stati nella stessa classe per tutti e tre gli anni. Anche la nostra università e dipartimento gli stessi.


Quando gli ho mandato un messaggio dicendogli “Karen mi ha tradito. E con Kamokura-senpai", è venuto fino a casa mia preoccupato.


“E, cosa ti ha risposto Touko-Senpai?”


Potevo sentire Ishida deglutire mentre lo diceva.


“Touko-Senpai...”


Con uno sguardo spento negli occhi, raccontai quello che era successo.


"Tu... cosa stai dicendo?"


Mi chiese Touko-Senpai, metà scioccata e metà incredula.


“Non hai capito? Volevo dire, per favore, fai sesso con me.”


Lo affermai nel tono più indifferente possibile. Come mi vedevano tutti nel mondo, se le persone intorno a me iniziavano a parlare alle mie spalle, oramai non mi importava più.


Dopo un lungo periodo di silenzio, Touko-Senpai disse:


“È successo qualcosa?”


Nonostante fosse una voce elaborata e riprodotta da un telefono, quella sua voce conteneva chiaramente la sua vera preoccupazione per me.


Non potevo risponderle. Non riuscivo nemmeno a pensare da dove avrei dovuto iniziare.


...Il tuo ragazzo mi ha rubato la ragazza...


...Per vendetta, voglio rubarti da lui...


...Ne ho il diritto...


...Tu, che sei stata tradita da lui, devi fargli la stessa cosa...


Quelle frasi, quei pezzi di sentimenti giravano e rigiravano nella mia testa. Eppure, non riuscivano a trovare la loro via d'uscita come parole.


Ancora una volta, per la seconda volta, sentii la voce di Touko-senpai dal telefono.


“Ti è successo qualcosa, vero? Voglio che tu me lo dica. Perché non penso che tu sia il tipo di persona che direbbe quel genere di sciocchezze senza una buona ragione.”


Nel momento in cui sentii quelle parole, le lacrime iniziarono ad uscire da entrambi i miei occhi.


Esatto, non sono una persona a cui manca il buon senso. Sono una persona normale.


Sono loro che sono usciti di testa. Kamokura Tetsuya e Mitsumoto Karen.


L'uomo che con tanta calma fa una finta faccia da senpai dopo aver rubato la ragazza del suo kouhai, e la ragazza che con nonchalance ha una relazione con il senpai del suo ragazzo.


Dopo che Touko-senpai me l'ha fatto notare, la mia frustrazione è sparita tutta in una volta nello stesso momento in cui le mie lacrime scorrevano.


“L-La mia ragazza, Karen e... Kamokura-senpai... hanno una relazione... io, io non so.... che cosa dovrei fare...”


Dire quelle cose mentre singhiozzavo era tutto quello sono riuscito a fare.


Penso di aver sentito Touko-Senpai trattenere il fiato dall’altro lato del telefono.


“...è vera questa cosa? Ne sei certo?”


"Vorrei che fosse tutto... una bugia... davvero..."


Non potevo dire altro. Al telefono mi sentivo solo io singhiozzare e tirare su col naso.


“Isshiki-kun, per ora, cerca di calmarti. Domani ti chiederò i dettagli. Fino ad allora, assicurati di non dirlo ad altri".

Continua...



PRECEDENTE

SUCCESSIVO